Restauro Conservativo Chiesa Santi Corona e Vittore Martiri

Anno : 2019 (Progetto) - 2020 (lavori)
tipo di incarico :

Architettura

committente :

Parrocchia di Cendon di Silea

incarico :

Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva e direzione lavori

gruppo di lavoro :

Carlo Pavan, Nicola Pavan, Giorgio Danesi (restauro architettonico) , Giuseppe Dinetto (restauro artistico)

fotografie :

Alessandra Bello

Il progetto proposto indaga i caratteri essenziali dell’architettura della chiesa cercando di valorizzarli attraverso un’operazione di riordino e restauro. La finalità principale è proprio quella della tutela e conservazione del Bene e la sua trasmissibilità alle future generazioni. La cura e l’attenzione alla presentazione del Patrimonio architettonico – che comprendono la divulgazione del suo valore e significato – è tematica di estrema attualità, che intreccia l’etica e le ragioni della sostenibilità. Si tramanda pertanto, attraverso la tutela dell’opera, il valore di un messaggio e si esprime così un insegnamento per chi usufruisce del Bene.

 

alcune foto degli interni prima del restauro

 

 

Così le questioni apparentemente più banali di un riordino degli ambienti liturgici, conseguentemente al restauro, diventano parte di un racconto che coinvolge la comunità che si riconosce in quel manufatto trovando ristoro per lo spirito. L’opportunità offerta dal progetto di restauro – che interessa in particolar modo il restauro e la pulitura del soffitto, delle superfici dei paramenti murari, le superfici lignee della cantoria e dei portoni di ingresso, i marmi degli altari è anche l’occasione per ipotizzare un riordino delle cappelle minori e in particolare di quelle collocate nel versante ovest, di ingresso, alla grande aula.