Nuovo ponte sul Piave e viabilità di accesso

Anno : 2020
luogo :

Belluno

tipo di incarico :

Concorso di Progettazione in due fasi

esito:

Secondo classificato

committente :

Comune di Belluno

gruppo di progettazione :

Carlo Pavan, Nicola Pavan, Andrea Tomasino, W.E.I.’N VENICE srl

Il nuovo ponte costituisce l’opportunità per la giusta riorganizzazione dei luoghi presenti: il parcheggio di accesso alla città, le vie di accesso al fiume Piave, i vecchi ponti, gli argini.

 

 

L’immagine del nuovo ponte è legata al paesaggio in cui si inserisce. La vista non verrà occupata da piloni o stralli, ma verrà guidata durante l’attraversamento per apprezzare il suggestivo paesaggio dell’intorno.

Dall’alto la percezione del nuovo ponte è pacata e diafana mentre la ricerca formale viene esplicitata nella parte inferiore del manufatto.

Tre campate, la centrale in C.A. e le laterali in acciaio, di colore bianco come le rocce calcaree della Piave, si modellano per adagiarsi sulle due pile centrali, costituite dall’emergere del letto del fiume stesso fino al punto di contatto con il ponte.