FollowUP! Venice shares knowledge spaces

Anno : 26 maggio 2018 - 25 novembre 2018
luogo :

Venezia, Padiglione Venezia, Giardini della Biennale, Freespace 16. Mostra Internazionale di Architettura 2018

tipo di incarico :

Allestimento

committente :

Comune di Venezia

referente istituzionale :

Luca Battistella

staff curatoriale :

Anna Buzzacchi, Renata Codello, Luca Corsato, Nicola Picco, Stefano Quarta, Maria Chiara Tosi, Giovanni Vaia

cura editoriale :

Alessandra Ferrighi, Cosimo Monteleone (per Visualizing Venice)

graphic design :

DNA Italia

multimedia :

Fablab Venezia

visualizing data :

Quantitas

sound design :

Enrico Coniglio, Nicola Di Croce

Lo scopo dell’installazione è di realizzare un sistema di gestione condivisa. Si sperimenta la possibilità di favorire e incentivare la creazione di quell’insieme di strumenti che rendono la rappresentazione, la gestione e quindi la pianificazione della città. Una gestione condivisa e aperta ai dati, per promuovere una conoscenza che superi i limiti del database e ne estragga competenza e valore. Una quantità incredibilmente grande di informazioni per costruire una responsabilità imprescindibile alla valorizzazione della città, una richiesta che Venezia sente fortemente per comunicare al mondo. Una sorta di “laboratorio dei saperi” della città.

Il Padiglione è un iper-strumento, un enorme elaboratore a caratteri mobili e gestire la città. Il passaggio epocale dagli atomi ai bit ci trasferisce dal mondo fisico del carattere mobile – che il visitatore può toccare – un come dinamico dei big data e delle fotografie digitali proiettate su schermi. La fruizione immersiva è enfatizzata dall’attivazione simultanea di contenuti video e audio, che costruisce paesaggi sonori dinamici in costante cambiamento.